domenica, novembre 19, 2006

Silence

is sexy dice qualcuno. Sarà. Ma trovo anche necessario avere per le orecchie qualcosa che suoni, non necessariamente bene, ma che suoni. Anche una stampante ad aghi come fecero i ManOrAstroman?, oppure i bidoni della spazzatura e le gigantesche chiavi inglesi dei Les Tambours du Bronx nel loro stomp se tal si può definire. Altre volte ci vuole qualcosa di più evocativo e tranquillizzante, come i lunghi brani dei Sigur Ros, oppure al contrario altro che possa dar sfogo come gli allucinanti brani dei Leng T'che, brevissimi, urlati, ma ben fatti e registrati. Ora potrei esser in uno di quei momenti, ci ho provato a metterli, ma poi son finito sui Modest Mouse, di cui però avrei già ascoltato abbondantemente ieri assieme ai Kraftwerk. InZomma, nell'indecisione totale si va per uno di quei gruppi a caso che ti sei procurato ultimamente e che vanno tanto di moda proprio per i loro nomi curiosi e per il loro pop detto anche sub: i the Ladies and Gentlemen... Paiono tranquilli, tra l'allegro in alcuni passaggi ed il semi paranoico in altri, ma prima di farsi un'idea un po' più chiara sarà forse meglio ascoltarli fino in fondo, anche perché la mente ha bisogno di svagarsi, di pensare ad altro, di pensare al torrone di ieri a Cremona, ai suoi liutai all'opera, alla città tanto carina quanto di bottegai. Oppure al film di oggi su quella Marie Antoniette di Sofie Coppola, in cui la regista prova a mettersi all'opera con la sovrana francese di origini asburgiche, cercando di mostrarne una certa femminilità, o quanto meno un'aspetto umano... sarà, ma ci si deve ancora pensare. Almeno io ed il mio criceto che gira sulla ruota, sembra esser stanco, non averne voglia. Sembra quasi aver fame o sete... di cosa poi non si sà, ma forse sarebbe meglio lasciarlo riposare...

Nessun commento: