martedì, settembre 19, 2006

Girellando

Non so come mai ma alle volte capita di girare in internet, curiosando sopratutto. Ormai è qualche tempo che ho ripreso a girare per la rete, ma ho l'impressione di essermi assentato troppo. Forse non troppo, bensì credo in questo tempo di aver perso alcune abitudini, e in casi come questa sera di ritrovarmi quasi come un newby. Stasera per esempio mi son scaricato un noto programma di condivisione musica e non mi ritrovavo nel suo utilizzo. Mi ero scrdato gli hub che seguivo e come impostare alcune cose tra cui le ricerche. Sicché un paio di brani alla vole' degli Zdob si Zdub, di cui avevo perso ciò che avevo e poi basta. Basta insomma. Mi son messo a ricercare immagini semi a casaccio ed in alcuni casi ne ho trovate di interessanti, che non immaginavo di trovare o che mi rievocavano bei momenti. In un caso addirittura ho ritrovato immagini relative ad un "sito" che avevo messo su qualche tempo fa, veramente quando erano i primi periodi in cui navigavo in rete. Mi son stupito che fossero ancora in linea. A creare traffico forse. Comunque quasi una piacevole sorpresa. Come poter vedre qualche persona gaudiosa oppure una sorta di documento ufficiale dell'isola di Rost . Ma tutto questo è nulla in confronto a quello che si può trovare o vedere o sentire senza neppure aspettarselo. Come una bomba avrebbero detto ai tempi gli Articolo 31. Che in origine mi piaquero anche, ma già dopo il primo disco tesi a perderli fino sostanzialmente a disconoscerli. Tant'è che i percorsi musicali poi seguiti sono stati i più disparati, molto spesso sempre incentrati sulla curiosità di ascoltare qualcosa cui non fossi abituato e che non fosse in qualche maniera di moda, il che mi avrebbe condizionato in un senso o nell'altro. Ricominciando a navigare non ho potuto fare a meno che cercarmi per primi i TubRing e i Super8BitBrother di cui si possono trovare con agilità brani su myspace. Di lì poi i link... il rischio è di non finirla più... Sicché si ritorna a cercare alcuni brani, e in un caso un video, quello di PlumaPlumaGay, facilmente rintracciabile anche con google... Consiglio per farsi due risate grasse, e per farle doppie grasse di leggersi anche il testo... Fa schiantare dal ridere, è autoironico e riesce anche ad avere anche della serietà insita proprio nell'autoironia. Ma per non perdermi in apologie eccessive penso che tornerò a fare qualche ricerca...

Nessun commento: