sabato, settembre 30, 2006

Ecco Come

potrei immaginarmi uno smanettone, di quelli quasi nerd, ma che in fondo definirlitali ce ne potrebbero esse pochi. E invece... cercavo la quintessenza dell'eeser smanettone, nell'esser tale, e nei primi periodi in cui cerco di riprender tratta ecco che mi ritornano in mente un gruppo fondamentale quale i Kraftwerk ... Era davvero tanto che non li riascoltavo, e nel vagare della mente mi ritorna in mente quel di Venezia62 in cui in un giorno solo rividi più e più volte un tipo con una maglietta loro, di Autobahn, e ci andai in fissa. In questo momento sono in fissa per loro. Ciò che mi affascina de loro dischi è che non siano frazionabili, ovvero che vadano ascoltati nel complesso. Non conta tanto il singolo brano, per quanto importante sia, senza ascoltare anchje tutto il resto si avrà solamente una visione parziale. Questa in fondo sarebbe la filosofia fondamentale di un disco... Che non deve esser una raccolta di singoli brani accomunati da qualche cosa, come delle sonorità piuttosto che tematiche, bensì un qualcos da ascoltare nel complesso.
Un tempo aborrevo tutto ciò che fosse elettronica; tuttoggi la rivaluto, e mi rendo cont di quante potenzialità abbia già ampiamente espresso e continui ad esprimere. Un mondo che devo ancora esplorare in completo. Ma il cui punto di partenza per il momento sono i suddetti Centrale Elettrica...

Potrei concludere con un Evviva i Kraftwerk, evviva la musica!
Ma ci starebbe male.
Eppure non mi va di trovar altro.

Nessun commento: